MINDFULNESS, consapevolezza e vita moderna (1/4)

9 Giugno 2020

safes_admin

News

0

MINDFULNESS, consapevolezza e vita moderna (1/4)

Monaci Tibetani, ansia e crisi di panico

E’ difficile da credere ma anche i Lama Tibetani sulla via dell’illuminazione possono soffrire di ansia e attacchi di panico; Yongey Mingyur Rinpoche era un bambino che viveva in Nepal alle pendici del monte Manaslu, soffriva di numerosi e tremendi attacchi di panico, così un giorno il padre gli chiese se volesse imparare a meditare, ricorda ancora la sua prima lezione, era sul respiro, quello che viene considerato un comune esercizio di consapevolezza. Crebbe proprio in piena mindfulness diventando un vero maestro; successivi esami neurologici a cui si sottopose all’età di 41 anni nel Wisconsin, mostravano un cervello che sembrava dimostrarne solo 33.

Gli fecero una risonanza magnetica funzionale mentre meditava e coltivava un senso di compassione, e l’attività nei suoi circuiti cerebrali connessi all’empatia passò dal sette all’ottocento per cento. Uno dei ricercatori scrisse: “Un tale incremento è sconcertante, la cosa che più gli si avvicina sono le crisi epilettiche, ma le crisi sopraffanno il cervello, mentre Mingyur ha il controllo delle sue attività cerebrali”. Mingyur Rinpoche aveva indotto un prolungato attacco di compassione nel suo cervello. Studiando le onde di chi meditava da tempo, i ricercatori trovarono risultati simili. Una volta avviata la meditazione, l’attività cerebrale corrispondente era immediatamente rilevabile . La meditazione provoca grandi cambiamenti nella mente degli esperti in meditazione, quando meditano i principianti, non succede però altrettanto. Questo conferma l’idea che la meditazione può renderci padroni della nostra mente solo se seguita con perseveranza. Secondo antichi testi buddisti la meditazione metterebbe fine alla sofferenza, le ricerche cliniche moderne sono più pragmatiche , e sostengono che la consapevolezza (mindfulness) curi ansia, depressione e altri problemi di salute. Quanto c’è di vero? Concentrarsi sul proprio respiro può davvero modificare l’operato del cervello? E può cambiarci la vita?

continua a leggere (https://www.oltreilfatto.it/mindfulness-consapevolezza-e-vita-moderna-1-4/)

Dott. Egidio Francesco Cipriano
Psicologo

Post by safes_admin